Libe­ra­mente ispi­rato a: Ven­pop Makes a Case Against Adding Shop­ping Carts on Facebook

Il like non basta più. Lo sospet­ta­vamo da tempo ed il fer­mento attorno al Face­book Com­merce (o Social Shop­ping per i palati più fini) è reale. Gilt Groupe ha annun­ciato la pos­si­bi­lità di acqui­stare pro­dotti esclu­sivi su una spe­ciale pagina Face­book in cui gli account sono inter­fac­ciati e gli utenti pos­sono inte­ra­gire con pochi click fino all’acquisto. Siamo quindi all’apice di un nuovo feno­meno, l’F-Commerce? No, almeno secondo Max Cic­co­To­sto, CEO di Ven­pop (una divi­sione di Wish­pot) si dice scet­tico. Ed il dato sem­bra confortarlo:

He said while Ven­pop has the abi­lity to also inte­grate shop­ping cart tech­no­logy on a company’s Face­book page, only three out of its 3,000 custo­mers actually wan­ted a cart. ”I know com­pa­nies that have paid $20,000 to imple­ment a shop­ping cart on Face­book that gene­ra­ted $0 in six mon­ths,” he said. “That’s discon­cer­ting to me that they will see no return on invest­ment and then say Face­book doesn’t work.”

Il tema posto sta nella dico­to­mia tra Social Com­merce e Social E-Commerce Plat­form, che provo a spiegare:

  • par­liamo di social com­merce nel caso in cui il car­rello (o più in gene­rale l’intero pro­cesso di acqui­sto) viene inte­grato su Face­book o altra piattaforma
  • siamo invece di fronte ad una Social E-Commerce Plat­form nel momento in cui ven­gono svi­lup­pati dei mec­ca­ni­smi di inte­gra­zione bidi­re­zio­nale tra sito e social net­work ma l’acquisto viene comun­que com­ple­tato al di fuori di Face­book o altra piat­ta­forma (Ebay ad esem­pio ha scelto que­sto modello)

Sono per­so­nal­mente “alla fine­stra” sul tema, nel senso che que­sto arti­colo sem­bra dar ragione alla piat­ta­forma di com­mer­cio elet­tro­nico “old style ma socia­liz­zata” e ci sta, almeno fino a quando par­liamo di shop­ping mall e retai­lers, con­si­de­rando però 3 realtà:

  • pic­cole aziende
  • brand di nic­chia o monoprodotto
  • offerte spe­ciali e limi­tate (ricor­date il caso 20ltd?)

penso che Face­book (inteso come la più avan­zata e popo­lata delle piat­ta­forme extra sito) possa dare molto, pro­ve­rei quindi ad abban­do­nare la scelta tra le due cose per pro­get­tare invece idee di com­ple­men­ta­rietà nel social shop­ping, in cui ad esem­pio riser­vare al lan­cio di nuovi pro­dotti o offerte dedi­cate il canale social net­work e mas­si­miz­zare la dimen­sione social della piat­ta­forma di e-commerce, non esclu­de­rei però una solu­zione “low cost” di social com­merce per le PMI che non hanno la pos­si­bi­lità o la forza di gestire una piat­ta­forma.. que­sto discorso in qual­che modo pre­senta anche Face­book come “sosti­tu­tivo del SEO” nella ricerca della ven­dita di un pro­dotto, visto che si vanno a inter­cet­tare per­sone “che sono già la” anzi­ché cer­care chi va cer­cando un pro­dotto.. ma non so se que­sto ultimo con­cetto sia ancora un pò acerbo o estremo… sta­remo a vedere